Schema Di Deprivazione Emotiva: Cos’ e’ E Come Affrontarlo

Schema Di Deprivazione Emotiva cos' e' e come affrontarlo

Sai che la privazione emotiva è uno degli schemi che si verificano più comunemente, sebbene il rilevamento iniziale sia piuttosto difficile a causa della disponibilità di un minor numero di segni? Le persone colpite sono circondate da una vaga sensazione che nella loro vita manchi qualcosa di importante. Non sono abbastanza sicure di cosa sia, ma sono sicure che manchi qualcosa. Un vuoto sconosciuto - o manzanza - ma reale perché è il vuoto di bisogni emotivi insoddisfatti.

Quali sono i segni comuni della DE Schema?

Leggi i punti in elenco menzionati di seguito e se trovi almeno sei di loro riconoscibili, hai uno schema DE.

  • Non ho nessuno su cui posso fare affidamento per avere una guida.
  • Non mi aspetto che i miei bisogni emotivi vengano soddisfatti da nessuno.
  •  Non sono mai stato supportato emotivamente.
  •  Nella mia infanzia, emozioni e sentimenti non sono mai stati convalidati.
  • Sento che c'è un vuoto nella mia vita ma non so cosa sia.
  • Non mi sono mai sentito emotivamente vicino a nessuno.
  •  Non riesco a comprendere le mie emozioni e le mie esigenze.
  •  Per tutta la vita non sono stato confortato emotivamente da nessuno.
  • Raramente condivido le mie vulnerabilità con qualcuno.

Quali sono le cause principali dello Schema di Deprivazione Emotiva?

La DE Schema non è qualcosa che accade dall'oggi al domani, ma le sue radici sono radicate nei giorni della prima infanzia. Molto spesso il caregiver primario non è stato di supporto o non ha curato i bisogni emotivi del bambino. Questa situazione varia dalla dissociazione fisica. Il bambino era ben nutrito, aveva un'abbondanza di giocattoli e tutti i suoi bisogni fisici erano soddisfatti, ma i suoi bisogni emotivi non erano tesi. È in tali situazioni che i bambini si sentono stressati e sviluppano modi per dare un senso alle loro reazioni. Quello che succede è che quando i bisogni emotivi di un bambino non vengono soddisfatti, si sente invisibile e poco importante. Sente che la sua esistenza non ha molto valore, quindi non riesce a sviluppare connessioni con più persone intorno a lui.

In che modo la deprivazione emotiva influisce su una persona?

Come accennato in precedenza, le persone che soffrono di schema DE si sentono perse, sole, depresse e amareggiate, ma non conoscono il motivo esatto dietro ai loro sentimenti. Quando entrano nell'età adulta, non cercano nessuno per essere aiutati, protetti o persino capiti. Poiché non sono in grado di esprimersi emotivamente, non si aspettano calore o affetto dagli altri. A loro, tutte queste cose sembrano futili, poiché sono incomprese e sole

Come affrontare lo schema di deprivazione emotiva?

Il primo passo per guarire da qualsiasi disturbo è sviluppare la consapevolezza al riguardo. Dovresti anche diventare consapevole dei tuoi bisogni emotivi. La maggior parte delle persone che soffrono di schemi DE non lo sanno perché hanno fatto molta strada senza conoscere se stessi. Un altro obiettivo in questo aspetto è convincere le persone a capirli emotivamente proprio come per le altre persone normali che li circondano. Devi anche circondarti delle persone giuste e cercare aiuto ogni volta che se ne presenta la necessità. L'ostacolo principale è che le persone con schema DE hanno comportamenti disadattivi che scoraggiano altre persone dall'estendere aiuto e soddisfare i loro bisogni. È una forma di auto-sabotaggio, poiché le persone che sono state sole per molto tempo hanno aspettative molto irrealistiche sugli altri. Più sono indigenti, più alte diventano le loro aspettative per compensare la privazione, che è praticamente impossibile da soddisfare. Inoltre, queste persone temono che le loro aspettative non saranno soddisfatte, quindi sabotano i loro piani per paura e questo circolo vizioso si perpetua.

Seguire strategie adattive per affrontare lo schema di deprivazione emotiva

Per cominciare, è importante trovare un modo sicuro per esprimere il tuo dolore e la tua rabbia nei confronti di coloro che erano responsabili della tua privazione. Ciò implica tornare ai giorni della tua infanzia, quando i tuoi bisogni emotivi non erano soddisfatti dal tuo principale caregiver. Devi esprimere il tuo risentimento anche verso i tuoi genitori, che ritieni responsabili della tua situazione. Le persone con schema DE sentono anche che gli altri agiscono egoisticamente, il che non è spesso il caso. Durante il trattamento, viene insegnato loro a vedere la gradazione, non i due estremi. Le persone si prendono cura di te ma pongono dei limiti a ciò che danno. A volte c'è anche un limite oggettivo, a ciò che le persone possono dare. Persone con DE sentono che gli altri non si preoccupano per loro se non sono dispostii a dare loro quanto si aspettano. La realtà è che le persone sono troppo impegnate su altre cose e non sono in grado di concentrarsi su una sola persona. Nonostante la loro vita frenetica, sono disposti a prendersi cura degli altri e ad estendere il loro sostegno. In questo modo diventa possibile accettare partner premurosi e anche cercare aiuto ogni volta che ne senti il bisogno. Le persone imparano anche a smettere di evitare le intimità. Inoltre non rispondono negativamente quando si sentono chiusi. Controllano la loro rabbia e lievi livelli di privazione. È fondamentale capire che le persone hanno dei limiti e un certo grado di privazione è tollerabile. Un obiettivo chiave della terapia è aiutare i pazienti a sviluppare una connessione tra i loro sentimenti di tristezza, solitudine e altri sintomi fisici e la mancanza di empatia e protezione. I pazienti hanno difficoltà a rendersi conto che anche il bambino deprivato dentro di se’ ha bisogno di amore, cura e connessione con gli altri che lo circondano. Questo è più facile a dirsi che a farsi perché, per tutta la vita, ai pazienti DE è stato detto di affrontare i loro sentimenti o semplicemente di superare le loro emozioni spiacevoli. Di conseguenza, hanno sviluppato una solida abitudine di spazzolarli sotto il tappeto, poiché erano considerati un segno di debolezza e negatività. Quindi è difficile cercare supporto quando in realtà non lo hai mai avuto. Le persone con DE credono che se cercano aiuto, saranno giudicate e gli altri le considereranno deboli e la loro capacità di badare a se stessi sarà compromessa. Semplicemente non sanno come cercare aiuto e quali sono i modi appropriati per chiederlo, perché in realtà, lo schema DE è una cosa reale. È umano avere bisogni e chiedere che questi bisogni siano soddisfatti. Se sei emotivamente vulnerabile, questa è la natura umana. Se le persone pensano di poter rimanere forti tutto il tempo, è impossibile, perché negano un concetto chiave della loro esistenza. Questa è una parte integrante per superare lo schema DE. È normale e naturale. Va bene sentirsi vulnerabili a volte perché questo non ti rende debole . Ti rende un umano, punto.

Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: