Come Riconoscere i Sintomi dell’Autismo in Infanzia

Understanding Why Your Child Might Show Difficult Behaviour

Il mondo delle persone con autismo rappresenta, a prima vista, una fortezza inespugnabile per chi sta loro accanto. In realtà, chi è affetto da tale condizione possiede una modalità particolare di rapportarsi con la realtà. In diversi casi le persone con autismo possono mostrare specifiche potenzialità, che adeguati percorsi terapeutici ed educativi possono sostenere e supportare: ne è un esempio la storia della docente universitaria, ricercatrice e scrittrice statunitense Temple Grandin, affetta da disturbo dello spettro autistico.

Cos'è l' Autismo?

L’autismo è una condizione patologica specifica, di cui ancora oggi le cause non sono del tutto chiare, sebbene si ipotizzi un’azione combinata di diversi fattori di tipo biologico, neurologico e ambientale (eventi traumatici pre-natali e alla nascita). I disturbi comunemente etichettati come autismo in realtà sono abbastanza variegati e si differenziano soprattutto per il livello con cui le abilità sono compromesse: in alcuni casi, infatti, gli individui affetti mostrano difficoltà minime, che incidono solo in maniera lieve sulla vita quotidiana, in altre situazioni, purtroppo, le problematiche sono più diffuse e marcate, creando notevoli difficoltà nello svolgimento di vari compiti. La dimensione sociale è quella che risente maggiormente delle problematiche associate a tale condizione, con difficoltà nell’interazione con gli altri, nella comunicazione verbale e nella comprensione degli stati emotivi e affettivi altrui.

Attualmente si parla di Disturbi dello Spettro Autistico. Tali condizioni vengono spesso diagnosticate durante la prima infanzia, verso i 4 anni di età: in realtà ci sono dei segnali a cui i genitori possono prestare attenzione già durante i primi anni di vita, per richiedere un intervento tempestivo in caso di dubbio.

Quali sono le caratteristiche dell'Autismo?

Le principali caratteristiche dei disturbi dello spettro autistico sono:

· Il/la bambino/a preferisce interagire con gli oggetti piuttosto che con le persone.

· Mostra comportamenti stravaganti nelle interazioni con gli altri (e inadeguati anche in relazione all’età).

· Presenta difficoltà e ritardi nello sviluppo del linguaggio (in alcuni casi non sviluppa alcuna forma di comunicazione linguistica).

· Può mostrare delle abitudini molti rigide e fisse, come mettere tutti i giorni in fila i giocattoli secondo un ordine preciso, o toccare una serie di oggetti prima di ogni uscita da casa; nel caso in cui queste routine vengano interrotte, il/la bambino/a reagisce con particolare disperazione e angoscia.

· Può presentare particolare sensibilità e irritabilità di fronte a stimoli sensoriali specifici (ipersensibilità), come i suoni acuti o di elevato volume, luci troppo intense, odori particolari (ad es. l’odore di fumo di sigaretta addosso ad una persona).

· Può fissarsi frequentemente su dettagli insoliti (ad es. le gocce di pioggia sul vetro di una finestra).

· Può manifestare stereotipie, cioè comportamenti che non hanno una funzione specifica ma che vengono ripetuti in modo costante in determinate situazioni (come il dondolarsi), ed ecolalie, ripetizioni di parole e suoni prive di significato specifico spesso pronunciate fuori contesto.

È fondamentale ricordare che tali aspetti non sono sufficienti, da soli, a definire una diagnosi di autismo, ma la presenza di molti di essi può essere un’indicazione utile per richiedere una valutazione da parte di un professionista.

The International Psychology Clinic

The International Psychology Clinic

Per maggiori informazioni sull'Autismoprenota una consulenza con uno dei nostri esperti Psicologi Psicoterapeuti. Offriamo Consulenza Psicologica e Psicoterapia per Bambini e Famiglie presso le nostre sedi in Italia e a Londra. Consulta tutte le nostre cliniche comodamente online sulla pagina delle sedi.

Torna su
Open chat
Reach us on WhatsApp!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: