5 Consigli su Come Imparare una Nuova Lingua

Come Imparare una Nuova Lingua

Per lavoro, per viaggiare, per comunicare con amici e colleghi stranieri: iniziare a studiare una nuova lingua è sicuramente utile per molti aspetti della propria vita. Imparare una lingua non significa solo conoscerne la grammatica, ma saperla utilizzare per comunicare e per tenersi informati nella vita di tutti i giorni. Ciò è fondamentale soprattutto se per motivi professionali o di studio ci si è dovuti trasferire all’estero e ci si vuole rapidamente ambientare nel nuovo contesto di vita. Per apprendere in modo efficace una nuova lingua è importante pianificare il percorso di apprendimento, unendo allo studio più teorico anche un utilizzo nelle vita pratica.

1. Iniziare lo studio prima di recarsi all’estero

Non ci si deve far ingannare dai manuali di lingua che promettono risultati istantanei se utilizzati direttamente “sul campo”: utilizzando le classiche frasi da manuale per avviare brevi conversazioni, si rischia di porre domande corrette alle quali, però, si possono ricevere risposte più complesse di cui si capisce poco o nulla! Per questo è fondamentale iniziare ad avvicinarsi ai primi rudimenti della lingua prima di trovarsi immersi negli scambi comunicativi (attenzione! Anche la velocità con cui i vostri interlocutori vi parleranno non ha nulla a che vedere con le frasi scandite parola per parola dei video o audio corsi di lingua).

2. Immergersi gradualmente nella lingua

Una volta apprese alcune semplici frasi necessarie per garantire uno scambio comunicativo minimo, si può iniziare a sperimentare la lingua “dal vivo”. Un viaggio di piacere può essere l’occasione per mettersi alla prova, chiedendo informazioni, effettuando semplici acquisti in negozio, interloquendo con le persone che incontriamo.

3. Non trascurare la comprensione della lettura e dell’ascolto

Un modo semplice ma coinvolgente per far pratica delle regole grammaticali e arricchire il proprio vocabolario riguarda la lettura di riviste o libri in lingua straniera e la visione di film o spettacoli non tradotti. Se inizialmente può sembrare un compito difficile, che richiede un notevole sforzo d’attenzione, un po’ alla volta diventerà sempre più facile comprendere la lingua scritta o parlata. Nelle librerie sono spesso disponibili volumi in lingua originale pensati apposta per chi sta studiando.

4. Mantenere un impegno costante

Come per lo sport, anche lo studio di una lingua straniera richiede un allenamento costante. Se il tempo a disposizione non è molto si possono fissare alcuni momenti specifici nel corso della giornata o della settimana (un paio d’ore la settimana o una mezz’ora al giorno) da dedicare improrogabilmente allo studio linguistico: in questo modo si consolideranno le conoscenze già apprese e si procederà in modo più spedito verso una comprensione ed un uso sempre più elaborato della lingua studiata.

5. Confrontarsi con una persona madrelingua

La comprensione di vari aspetti della lingua (con particolare riferimento alla pronuncia e all’uso di espressioni specifiche) necessita del confronto con una persona madrelingua (o che abbia comunque una conoscenza linguistica avanzata): ciò può avvenire in un corso di lingua oppure nelle conversazioni in coppia. L’importante è avere qualcuno che sappia aiutarci a comprendere gli aspetti più complessi di una lingua straniera.

Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: