10 Segnali Per Riconoscere Un Narcisista

10 Segnali Per Riconoscere Un Narcisista

Narcisista è una parola che, sempre di più, viene utilizzata come insulto fuori dal suo contesto di provenienza. Si utilizza come sinonimo di “egoista”, “egocentrico”, o anche di “crudele”. Ebbene, questi aspetti non sono del tutto esatti per identificare un narciso, la questione è un po’ più complessa. Il narcisista patologico, infatti, è una persona altamente insicura e problematica, dannosa per gli altri in quanto necessita di costante ammirazione e non sembra possedere la minima empatia. Secondo le stime, il disturbo narcisistico di personalità colpisce solo l’1% della popolazione (prevalentemente maschi nel mondo occidentale), eppure alcuni tratti e tendenze proprie di questo disturbo sono altamente diffuse. Vediamo insieme quali segnali, riscontrati nelle persone con cui siete a contatto (o peggio, in relazione), potrebbero essere considerati un campanello d’allarme:

1. Le parole che utilizza vi feriscono, ma non sapreste dire perché

I narcisisti sono molto abili nel ferire gli altri, mascherando le proprie offese e squalifiche dietro a discorsi apparentemente convincenti e razionali. Non è raro che la “vittima” si senta sminuita o squalificata, senza riuscire a controbattere.

2. Provate rabbia ed umiliazione in loro presenza

Proprio a causa del loro bisogno di sentirsi ammirati e speciali, i narcisisti tendono a svalutare chi potrebbe minacciare questo loro “status” o essere considerato un rivale. Il modo in cui lo fanno è, spesso, umiliante e denigratorio. E’ normale, di fronte a questi comportamenti, provare rabbia ed umiliazione. La cosa migliore, tuttavia, sarebbe evitare di mostrarle e fuggire a gambe levate, poiché il narcisista si nutre delle reazioni (anche negative) degli altri, e ciò che lo spiazza maggiormente è essere semplicemente ignorato.

3. Il successo ambito e la logica del “tutto o niente”

Il narcisista vuole essere il migliore, non importa in quale ambito. L’essere secondo a qualcuno, per lui/lei, significa essere invisibile e poco rilevante. Per questo, spesso tende a selezionare obiettivi fuori misura (prendere 30 e lode a tutti gli esami del suo corso) ed hobby a breve termine (diventare un campione di tennis in quattro lezioni) in cui primeggiare, per poi abbandonarli quando l’impegno richiesto diviene troppo difficile da affrontare. Non accetta le mezze misure, né considera interessanti le sfumature.

4. L’amore perfetto

Anche il concetto di amore si esprime in immagini di perfezione e romanticismo assoluto e inarrivabile. Il narciso alterna momenti in cui idealizza il partner (soprattutto all’inizio della relazione), dichiarandolo/a “metà ideale”, l’unico/a al suo livello, a momenti in cui queste aspettative crollano sotto il peso dei difetti propri di ognuno di noi. Soprattutto dal punto di vista estetico, egli è severo: anche un chilo di troppo o un brufolo possono turbare la sua visione del partner perfetto, e causare un cambiamento totale di atteggiamento, rendendolo svalutante e critico.

5. Momenti di depressione e ritiro sociale

Quando si rende conto di non essere riuscito in qualcosa, o quando crollano le sue aspettative amorose, il narcisista non riesce ad affrontare la perdita o il senso di sconfitta, e per questo si chiude al mondo. Potrebbe, per questo, passare diversi periodi in isolamento e stati depressivi.

6. Presentarsi bene

Se avete appena iniziato una relazione con un narciso, forse vi sentirete le donne/gli uomini più adulati del pianeta. Il corteggiamento è un’area in cui questi soggetti amano mostrarsi attenti e perfetti, oltre che molto adulatori. Salvo poi iniziare a svalutare e sminuire il/la malcapitato/a, quando la relazione è consolidata.

7. Poca lealtà

Il narciso è un arrivista, e non si cura di passare sopra agli impegni ed alle promesse fatte se questo può procurare vantaggi in termini di immagine di sé (che, ricordiamo, deve essere sempre ideale, perfetta ed inscalfibile), denaro o altri beni immediati. L’impegno per raggiungere qualcosa, così come i sacrifici, non sono ben visti da questo tipo di persona, che preferisce avere tutto e subito, ed è convinta di averne diritto.

8. Discutere con lui/lei è perfettamente inutile, sono molto convincenti

Se affrontato apertamente riguardo ai torti fatti, il narcisista continuerà a sostenere le sue ragioni con una dialettica spesso invidiabile ed una grande abilità nel “rivoltare la frittata”, oltre ad un esame della realtà spesso distorto (mente con facilità per confermare la sua versione). E’ assolutamente inutile cercare di ottenere delle scuse da lui/lei, perché questo implicherebbe mettere sé stesso/a in discussione, operazione impossibile per chi non sa assumersi le proprie responsabilità.

9. Superficialità

Gli interessi e le attività del narcisista sono spesso focalizzati sul tutto ciò che nutre l’immagine di sé, intesa nella sua accezione estetica. La bellezza è molto importante, così come il successo e il divertimento (esposto, non autentico): ai giorni nostri, questo potrebbe tradursi in un’intensa attività di “pubblicizzazione di sé” sui social network. Instagram, Facebook ed altri, infatti, permettono di mostrare solamente ciò che, di sé, si vuole mostrare.

10. Stimolano negli altri senso di colpa, la vergogna e il dubbio di sé

Non è un caso che queste persone tendano ad accoppiarsi con chi ha bassa autostima (anche il narciso ce l’ha, ma ne ostenta una elevata), dedite all’accudimento degli altri. Infatti, con questi individui è più facile proclamarsi vincitori assoluti della vita e ostentare un’immagine di sé forte ed inscalfibile, in contrasto con quella del partner. E’ una conseguenza naturale che, in un conflitto, il “perdente” sarà spinto a provare emozioni di colpa e vergogna. Questo perché il narcisista, non assumendosi mai le proprie responsabilità riguardo agli errori che commette, le scarica su chi ha di fronte, facendolo sentire come se dovesse “pagare il conto due volte”.

Torna su
Open chat
Reach us on WhatsApp!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: